ALBERTO MUNARI

Psicologo ed epistemologo, professore ordinario presso la Facoltà di Psicologia e di Scienze dell'Educazione dell'Università di Ginevra, Alberto Munari è nato a Milano il 12 settembre 1940 e vive a Ginevra dal 1960.
Dottore (PhD) in psicologia genetica sperimentale, fu allievo e collaboratore diretto di Jean Piaget al Centro Internazionale di Epistemologia Genetica di Ginevra. Quando nel 1974 il già allora rinomato Institut Jean-Jacques Rousseau divenne la nuova "Facoltà di Psicologia e di Scienze dell'Educazione" dell'Università di Ginevra, Munari ne fu il primo preside per due mandati, sino al 1980. Dopo aver insegnato Statistica per 10 anni, dal 1974 occupa la cattedra di Psicologia dell'Educazione e dirige il Dipartimento di Psicologia dell'Educazione, della Formazione e delle Risorse Umane, in seno al quale ha sviluppato diversi programmi di ricerca e di insegnamento sulla genesi del rapporto con il sapere e con la cultura, e sulle strategie di formazione dell'adulto e di valorizzazione delle risorse umane. Dal 1998 dirige il Diploma di Studi Superiori in Psicologia e Risorse Umane organizzato congiuntamente dalle Università di Ginevra e di Neuchâtel.  Ha insegnato anche, come professore invitato, presso le Università di Friburgo, Gand, Milano, Neuchâtel, New York (Fordham), Padova, Palermo, Parma, Pavia, Rio de Janeiro, Roma, San Marino, Trieste, Venezia.  Come esperto UNESCO ha contribuito alla riforma dell'insegnamento secondario in Costa d'Avorio (Africa); è inoltre consulente per le riforme educative del Ministero della Pubblica Istruzione della Repubblica e Cantone di Ginevra.
Nel 1980 ha fondato a Ginevra, assieme a Donata Fabbri, il Centro Internazionale di Psicologia Culturale, il cui scopo è di promuovere lo studio dei rapporti che gli individui sviluppano e intrattengono con il contesto culturale in seno al quale vivono e lavorano.  A tal fine Fabbri e Munari hanno messo a punto una metodologia particolare di intervento formativo, nota sotto il nome di "Laboratorio di Epistemologia Operativa"®, il cui obiettivo principale è la presa di coscienza, attraverso la sperimentazione attiva, dei processi di elaborazione della conoscenza e del rapporto che si stabilisce con essi.  Dagli inizi degli anni '80 ad oggi sono stati realizzati oltre 120 "LEO"® su committenza di diversi Enti pubblici e privati, per la formazione di educatori, insegnanti, operatori socio-sanitari, dirigenti scolastici e quadri aziendali.
Iscritto all'Albo Professionale degli Psicologi Italiani e alla Federazione Svizzera degli Psicologi, membro dell'Associazione Internazionale di Psicologia Applicata, così come dei comitati scientifici di diverse riviste specializzate (p.es. le italiane Adultità, Encyclopaideia, Dirigenti Scuola), Munari ha collaborato e tutt'ora collabora con governi di diverse nazioni, organizzazioni internazionali, enti pubblici e imprese private responsabili della formazione di formatori e del personale insegnante di vari ordini di scuola. Da diversi anni partecipa ugualmente, assieme a Donata Fabbri, a diversi programmi di formazione per educatori e insegnanti, operatori socio-sanitari, formatori e quadri d'azienda, promossi da enti locali e da imprese private, italiane ed estere.  
E' autore o co-autore di 133 pubblicazioni, sia scientifiche che di più vasta diffusione, in francese, inglese e italiano. Fra quelle più vicine alle problematiche educative e della formazione ricordiamo i volumi: Strategie del sapere. Verso una psicologia culturale (con D.Fabbri; Bari: Dedalo, 1984); Dopo Piaget: Aspetti teorici e prospettive per l'educazione (con G.Bocchi, M.Ceruti, D.Fabbri & al.; Roma: Ed. Lavoro, 1985); Il sapere ritrovato. Conoscenza, formazione, organizzazione. (Milano: Guerini & Ass., 1993); Educazione versus Formazione (con L.Galliani & al.; Napoli: Ed. Scientifiche Italiane, 2003).
Alberto Munari è il Presidente dell'Associazione Bruno Munari.