PIA ANTONINI

Professore di ruolo di storia dell’arte, operatore didattico museale, formatore e ricercatore sul metodo Bruno Munari® , formatore in Epistemologia Operativa® vive a Milano dove é nata. Coniugata con Umberto Avanzi,  è madre di due figli.

Dopo aver conseguito a pieni voti la Laurea in Lettere moderne, indirizzo storico-artistico nel 1981, accanto allo stabile impegno come insegnante di storia dell'arte, che dal 1987 svolge come docente di ruolo presso l'Istituto Tecnico per il Turismo Artemisia Gentileschi, progetta e realizza sia percorsi di didattica riferita al visivo e alla storia dell'arte nell'ambito museale ed espositivo con particolare attenzione per il pubblico dei bambini e dei ragazzi sia  progetti  di Laboratori creativi secondo il metodo Bruno Munari® rivolti a tutti coloro, persone e istituzioni scolastiche e museali, che si occupano di percorsi di crescita personale.

Dal 1981 collabora con la sezione didattica della Pinacoteca di Brera di Milano; dal 1994 è attiva per il progetto rivolto alle Scuole Elementari  "Alla scoperta di Brera", coordinato dalle funzionarie di Soprintendenza E. Daffra e P.Strada, pubblicato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali nel 1998.(P.Antonini, La pinacoteca: gli spazi e gli oggetti- Itinerario propedeutico, in AA.VV., Alla scoperta di Brera, 1998). Dal 2001 collabora con i Servizi educativi del Museo e del Territorio della Soprintendenza. E’ co-autrice del libro-gioco Brera - Caccia al tesoro - Alla scoperta dei gioielli nella Pinacoteca di Brera, Milano 2002.

Dal 1981 al 1991 è stata Socio Promotore della Cooperativa "Chedire - Informazione mezzi e itinera" che ha organizzato, dal progetto alla realizzazione, per l'Assessorato alla cultura di Milano, attività didattiche in numerose Mostre promosse dal Comune.

Dal 1988, avendo conseguito, a pieni voti, il Diploma di Perfezionamento in Storia dell'Arte Medioevale e Moderna presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore con la tesi "I laboratori per bambini ideati da Bruno Munari e i loro sviluppi", approfondisce i rapporti con l'artista-designer e i suoi collaboratori. Studiosa dell’opera dell’artista, ricercatrice e archivista della documentazione dei laboratori, diventa una diretta collaboratrice di Bruno Munari per il progetto il “Museo dei bambini” al Parco Trotter (1990).

Nel 1988 Bruno Munari le chiede di condurre la tavola rotonda su "Giocare con l'Arte", organizzata dal Museo d'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato; cura la ricerca e la redazione del catalogo della Mostra itinerante "Giocare con l'arte - Dossier"; (Antonini P., Giocare con l'arte-dossier, Museo d'Arte Contemporanea L.Pecci, Prato 1988), scrive numerosi articoli sull'argomento; cura la ricerca e la stesura dei pannelli della mostra "I bambini conquistano Brera", Pinacoteca di Brera 1997; è relatore in numerosi convegni dedicati a Bruno Munari (Lisbona 1998, Faenza 1999, Trieste 1999); fondatrice con il Prof.Alberto Munari, Beba Restelli, Silvana Sperati del gruppo di fatto denominato MU-NARI che progetta il convegno: "Bruno Munari o l'arte di vivere tra scienza e arte" presso la Triennale di Milano, in collaborazione con la Regione Lombardia e l'Associazione Amici di Brera il 22 e il 23 ottobre 1999; è socio fondatore dal maggio 2001 dell'Associazione Bruno Munari (ABM) attiva nella rifondazione e diffusione del metodo.

Dal 1991 ha ideato con Beba Restelli, fondatrice dell'unico Laboratorio privato condotto con il metodo Munari a Milano, il progetto "Il Gioco dell'Arte", La proposta è frutto dell’incontro fra la metodologia di Bruno Munari e l’approccio didattico ai beni culturali avviato nei musei italiani.Nel Gioco dell’arte l’esperienza del fare precede l’incontro con l’oggetto artistico e la sua storia.  Richiesto dall'Associazione "Amici di Brera" nel 1997 è riproposto negli anni 1998/1999/2000/2001/2002 con grande successo di pubblico.

Dal 1992 al 1996  cura un corso di aggiornamento per le  Educatrici di Nido di zona 8 del Comune di Milano, su commissione della Dott.ssa Mimma Noziglia. Cura la pubblicazione dell'esperienza Scoprire e conoscere la natura, Bergamo, Edizioni Junior 1999. Dal gennaio 2001 al 2002 svolge, su commissione di Daniela Prina una corso di formazione rivolto alle Educatrici dell'Asilo Nido di Cusano Milanino sul tema della natura in relazione alla metodologia progettuale di Bruno Munari.

Nel 2003 istituisce e conduce con l’Associazione Bruno Munari (ABM) il Master in metodologia Bruno Munari® concluso nel 2006 con l’attribuzione di 15 diplomi.

Nel  2004 ha conseguito il Master in Epistemologia Operativa organizzato dal Centro Internazionale di Psicologia Culturale di Ginevra e diretto da Donata Fabbri e Alberto Munari. Dal 2005 conduce LEO, laboratori in Epistemologia Operativa. (http://it.wikipedia.org/wiki/Epistemologia_operativa)

Nel  2006 ha ideato  con Michela Dezzani per ABM il progetto Fare dal nulla ,presso la Galleria del design e dell’Arredamento di Cantù (CLAC) , progetto destinato a creare la sezione didattica del museo secondo il metodo Bruno Munari e a dialogare e coinvolgere le scuole e il pubblico del territorio.

Nel  2006 costruisce con Michela Dezzani e Marco Gorieri il sito MUNLAB sito dedicato ai laboratori Bruno Munari nelle scuole . Il sito , che mette in movimento intuizioni e giochi di Bruno Munari, sperimenta per la prima volta, con il linguaggio digitale, i principi del metodo.

Dal 2006  insegna alla scuola BES di Milano.