SILVANA SPERATI


Vive a Genestrello (PV) , dove dirige la Fattoria didattica delle ginestre.


cellulare 347 - 9648374
mail: eureka@silvanasperati.it

Animatore culturale, formatore, insegnante, scrittrice.


Il suo percorso formativo contempla  attività di animazione teatrale e di sperimentazione dei linguaggi  espressivi. Incontra Bruno Munari in occasione della Grande Mostra Antologica a  Palazzo Reale di Milano            (1986). Dopo un periodo di studio e  approfondimento  partecipa, come sua diretta collaboratrice, a varie iniziative tra cui:  Laboratori per i nonni in occasione di "Ritrovare l'infanzia", laboratori "Nursery" sui tram di Milano, Laboratori didattici in occasione della Mostra "Adulti e bambini in zone inesplorate" presso Società Umanitaria di Milano; Laboratori per gli studenti dello Istituto Europeo di Design di Milano, Laboratori presso Triennale di Milano ecc. Si occupa, in stretta collaborazione con Munari, di sperimentare in modo continuativo, per oltre 10 anni, il "Metodo Munari" con i bambini della scuola d'ínfanzia pubblica. E' particolarmente attenta alla divulgazione del Metodo anche con l'attività di formazione dei formatori. Queste esperienze sono state puntualmente pubblicate nella rivista "Infanzia" diretta da Piero Bertolini, in più di cinquanta articoli, e raccontate nel testo
 "Giocandoscoprendo" edito da Nuova Italia (1996). Continua le sperimentazioni,  da oltre venti anni, nella scuola pubblica, testimoniando la fattibilità ed opportunità del Metodo all'interno della scuola.

 

Organizza, insieme  a Bruno Munari, il convegno "Bambini e creatività" congiuntamente alla  Mostra dei libri realizzati dai bambini ( 1992 ). Progetta e realizza la Mostra "Fantasie di carta" (1994), inaugurata da Bruno Munari e Cesare Scurati,  in cui vengono esposte, in una galleria d'arte, opere a collages  realizzate dai bambini con carte di recupero. E' ideatrice della mostra "Il Munari dei  bambini"  che si avvale del progetto di Bruno Munari e della collaborazione di Beba  Restelli, Voghera, 1995.  

 

Cura, in collaborazione con il "Centro Studi Gianni Rodari" e con Carmine De Luca il numero monografico della Rivista "C'era  due volte" ( nr. 8 - 1997 ) interamente dedicato a Bruno Munari per i suoi  90 anni.  Progetta e realizza in Oltrepó Pavese la fattoria didattica "Fattoria delle ginestre" dove propone ai bambini, alle scolaresche, alle  insegnanti laboratori di educazione al pensiero progettuale creativo e  percorsi di formazione occupandosi, in particolare, di sviluppare la  tematica "Giocare con la natura".


E' tra i soci fondatori del  "Gruppo MU-NARI" e poi della Associazione Bruno Munari . Partecipa al convegno "Bruno Munari o l'arte di vivere tra scienza e arte", Triennale di Milano, 1999; partecipa, con una relazione sul  rapporto tra Munari e Rodari, a "Casa Rodari", Roma, 2000; è formatore degli operatori e responsabile di laboratorio al "Centro Bruno Munari al MUBA, Milano,Parco Trotter 2002; partecipapa alla Giornata di studio e ricerca per l'intitolazione dell'Istituto Statale d'arte "Bruno Munari" a Vittorio Veneto, 2005, è formatore nell'ambito del primo Master in Metodologia Bruno Munari organizzato da ABM e diretto da Alberto Munari e Donata Fabbri ( Milano, Genestrello, Faenza, Toirano 2004 - 2006); partecipa al convegno "Quando l'allievo è pronto ,il maestro appare"( La Triennale di Milano, 2007); organizza il convegno didattico "Da Munari alla scuola" (con Corraini,Bottero,Scurati) , Voghera 2008; coordina e partecipa al convegno "Bruno Munari:il piacere d'insegnare, il piacere d'apprendere" Roma ,Teatro Argentina 2009; inaugura, con Mario Lodi, la Scuola d'infanzia Munari in Bareggio; partecipa alla giornata di studi dedicata alla lingua italiana nel mondo presso Consolato generale d'Italia in Nizza con la relazione
"De la pédagogie de l'art à la pédagogie comme art," 2009; è formatore nell'ambito del secondo Master in Metodologia Bruno Munari, diretto da Alberto Munari e Donata Fabbri, 2009-2012; partecipa al progetto Comenius, tra Italia e Spagna, volto a sperimentare l'efficacia dell' approccio creativo per migliorare la performance scolastica dei bambini.


Presenzia alla istituzione del premio Munari per l'infanzia, Roma-Campidoglio 2009. Coordiana, con Beba Restelli, i Laboratori didattici Metodo Munari "Le regole dell'arte e l'arte delle regole"in occasione della Mostra "Munari 100" a Milano, Rotonda della Besana (2007-2008) e i laboratori didattici nell'ambito della mostra realizzata per il centenario dell'artista all'Ara Pacis di Roma ( 2008-2009). Ancora con Restelli è tra gli ideatori - per ABM - della  Mostra Muba "Vietato non Toccare, bambini a contatto con Bruno Munari (Milano,Napoli,Roma). Pubblica il volume "Dire, fare,  baciare" con Alberto Perdisa Editore, 2006 ; pubblica con Restelli " A che gioco giochiamo" edizione Corraini ( 2008). Cura l'allegato che la rivista Domus dedica a Munari (marzo 2009).